Nostra Signora di Cabu Abbas
OLBIA  (SS )  - Cabu Abbas
Compilatore: Vacca




Variazioni del nome
 Santa Maria Caput Aquarum; Nostra Signora de Cabo d'Acqua; Santa Maria di Cabuabbas, Nòstra Signòr 'e Capu Abbas. 

Ubicazione geografica
Altitudine:  43 metri
Paesaggio:  Pianura
Territorio:  Campagna
Note:
La chiesa rurale di Nostra Signora di Cabu Abbas sorge a pochi chilometri dalla città di Olbia, è raggiungibile percorrendo una stradina sterrata; la chiesa, che sorge ai piedi del colle omonimo, sembra trarre il suo nome dalla sorgente che alimentava l'acquedotto romano dell'antica Olbia, anzi, da studi effettuati di recente, pare proprio che la sorgente si trovasse nell'area sottostante alla chiesa. Il funzionamento delle terme era garantito dall'acquedotto risalente allo stesso periodo; l'acqua proveniente dalle sorgenti di Cabu Abbas ("origine delle acque" dal probabile toponimo Caput Aquarum), veniva trasportata grazie al suddetto acquedotto fino alla città dopo aver fatto un percorso di circa 35 Km. I.G.M. foglio N° 182, quadrante IV, orientamento N.O., Olbia.

Diocesi di appartenenza
Denominazione:  Tempio-Ampurias
Entrata in vigore:  nell'anno 1986

Diocesi di appartenenza precedenti
Denominazione:  Ampurias e Tempio
Entrata in vigore:  nell'anno 1839

Denominazione:  Ampurias e Civita
Entrata in vigore:  nell'anno 1506

Denominazione:  Civita (ex-Fausania)
Entrata in vigore:  nell'anno 1095

Parrocchia di appartenenza
Denominazione:  Nostra Signora de La Salette
Entrata in vigore:  tra l'anno 1985 e l'anno 1997

Parrocchie di appartenenza precedenti
Denominazione:  San Paolo Apostolo
Entrata in vigore:  tra l'anno 1747 e l'anno 1997

Dedicazione
Dedicato a:  Madonna
Nome completo:  Nostra Signora di Cabu Abbas
Entrata in uso: nell'anno 1160
Note:
La chiesa sorge alle falde del colle di Cabu Abbas, ai piedi della punta "Casteddu". Il nome della chiesa sembrerebbe derivare da un'antica sorgente che alimentava l'acquedotto romano dell'antica Olbia. La sorgente era posta proprio in corrispondenza della chiesa, nella parte sottostante ad essa, per cui anche la dedicazione alla Madonna delle acque è un importante indizio.

Oggetti del culto
Descrizione: All'interno della chiesa è presente un'antica statua della Madonna con in braccio il Bambin Gesù; questa statua si trova in una nicchia, intorno ad essa si trova un retablo del XIX secolo di autore ignoto; la pala è di grandi dimensioni e raffigura i misteri gioiosi dell'infanzia di Gesù.
Immagine: Statua, Dipinto